Loading...
APERTURA DELLE PORTE: le tipologie di porta
30Mar

APERTURA DELLE PORTE: le tipologie di porta

Post-aperture-porte-Milper

APERTURE ALTERNATIVE

PROTEZIONI INDUSTRIALI: tipologie di porte

Quando la Sicurezza, la velocità e l’integrazione dei processi sono la sfida, lo studio per l’applicazione di porte intelligenti alle Protezioni Industriali per le macchine, è fondamentale. Velocità elevate in tempi di ciclo brevi richiedono una cura ed un’attenzione maggiore.

La produzione e l’assemblaggio automatizzati esigono infatti tecnologia, processi e attrezzature molto avanzate. Per questo è opportuno scegliere porte rapide e ad alte prestazioni, particolarmente adatte per condizioni anche molto impegnative.

Le porte delle Protezione Industriali per macchinari, sono la migliore barriera di sicurezza del settore. Non esiste infatti alcun tipo di dispositivo in grado di eguagliare i suoi livelli di Sicurezza. La porta può essere integrata direttamente nei sistemi di controllo della macchina automatizzata.

Quando questa integrazione è completa, le caratteristiche di sicurezza della porta soddisfano una serie di requisiti standard fondamentali per gli esperti del settore. Le porte delle Protezioni Industriali per macchinari, sono dotate di caratteristiche molto specifiche, poiché devono fornire un valido sostegno alle operazioni condotte su larga scala, non intralciando il lavoro umano, ma proteggendolo a 360 gradi.

In alternativa o integrate alle porte, a prescindere dalla loro tipologia, con o senza Interruttori di sicurezza, possiamo prendere in considerazione l’utilizzo di fotocellule che posso essere integrate ai telai dei macchinari. Tra i modelli in commercio c’è una varietà di opzioni diverse, con modelli a porta battentescorrevole o a soffietto, e ognuna ha il proprio set specifico di caratteristiche e funzioni, che le rende una soluzione ideale per scenari particolari.

In sintesi, possiamo dire che le soluzioni possono apparentemente sembrare standard, ma in realtà si adattano alla situazione particolare. La professionalità degli esperti del settore serve proprio a garantire la totale corrispondenza tra il prodotto e la necessità del cliente.

Le porte delle Protezioni Industriali per macchinari, aiutano a risparmiare tempo, spazio e costi di costruzione, migliorando la sicurezza e aumentando i rendimenti di produzione. Con velocità di apertura e chiusura rapide, le porte delle Protezioni Industriali, sono progettate specificatamente ad esempio per i seguenti scopi:

  • Proteggere gli operatori che utilizzano macchine industriali, da corpi contundenti che potrebbero essere proiettati dall’interno verso l’esterno delle stesse macchine, soprattutto in presenza di materiali particolarmente pesanti con elevate velocità di lavorazione di asportazione di truciolo.
  • Aumentare lo spazio utilizzabile della fabbrica con sistemi di protezione automatizzati, che richiedono un ingombro della cella di lavoro più piccolo e porte di sicurezza con una vera barriera fisica, che consente al collaboratore di lavorare in sicurezza mentre è più vicino alla macchina.
  • I sistemi di Protezione Industriale delle macchine, aumentano la produzione e riducono i costi, consentendo a un collaboratore di azionare in sicurezza più macchine industriali contemporaneamente.
  • Le principali caratteristiche tecniche della porta per Protezioni Industriali di una macchina, includono azionamenti a frequenza variabile (VFB) per operazioni a ciclo elevato, Interruttori di Sicurezza e fotocellule di inversione, e varie interfacce di comunicazione, come scheda I / O, Ethernet / IP e PROFINET.

É importante farsi supportare da aziende specializzate nella costruzioni di Ripari di Sicurezza, con molteplici vantaggi:

  • Risparmiare tempo nella progettazione e realizzazione dei propri macchinari.
  • Essere aggiornati su tutti i materiali disponibili sul mercato più idonei alla costruzione di porte per Protezioni Antinfortunistiche.
  • Utilizzare gli accessori integrati alle porte con le caratteristiche dedicate all’utilizzo, come ad esempio Cerniere Regolabili.
  • Nel caso specifico delle porte è fondamentale adottare i dispositivi di chiusura più corretti ed adeguati.

Link-guida

PORTA BATTENTE: aspetti tecnici

Le porte delle Protezioni Industriali a battente sono progettate per limitare l’accesso a pericolosi movimenti di robot o altri tipi di macchine, mentre compiono il processo, offrendo al contempo una maggiore protezione per l’operatore che sta utilizzando la macchina stessa, o un macchinario di prossimità.

Le porte delle Protezioni Antinfortunistiche per macchinari industriali proteggono, quindi, il personale da pericoli associati ai processi di produzione. Abbinate ai Dispositivi di Sicurezza, queste porte per la Protezione di Sicurezza, che siano più o meno automatizzate, offrono una protezione ideale, limitando l’accesso e proteggendo dai pericoli causati dal processo lavorativo.

Fra le tipologie di porte da inserire nelle Protezioni Industriali, il modello a porta battente è indubbiamente il più classico, e per certi aspetti il più utilizzato. Caratterizzato dalla presenza di due Cerniere e di una o più Maniglie, poste nel perimetro opposto a quello delle cerniere, è la soluzione ideale per costo, efficienza e durata nel tempo.

Nella scelta tra le tipologie di porte funzionali per proteggere i macchinari, l’ingombro gioca un requisito fondamentale. In carenza di spazio infatti, la soluzione ottimale diventa, in ogni caso, l’inserimento di porte scorrevoli, di cui parleremo nel prossimo paragrafo.

Al funzionamento delle porte battente possiamo associare l’utilizzo delle molle, le più semplici sono quelle meccaniche, idonee per carichi lievi di lavoro. Realizzata con un sistema semplice di avvolgimento ad elica, la Molla Meccanica rappresenta un’opzione per questa tipologia di porta, contrapposta alla Molla a Gas, che deve essere utilizzata solo nei casi in cui è necessaria.

Le Molle Meccaniche possono essere applicate all’interno del movimento rotatorio delle Cerniere, attenuandone il peso e quindi la forza esercitata dall’operatore di macchine industriali durante l’attività di continua apertura e chiusura. Nella maggior parte dei casi in cui il battente abbia una misura considerevole, si opta volentieri per l’utilizzo di un sistema a molla per quanto riguarda l’apertura.

Questo tipo di Molla a Gas è particolarmente utile quando l’apertura delle porte va verso l’alto, facendo sostenere dal sistema di spinta sia il peso della porta che l’apertura della stessa. Costituita da un cilindro di acciaio con all’interno dell’azoto pressurizzato, ha un stelo che, tramite un anello di tenuta, entra all’interno del cilindro quando la porta viene aperta o chiusa. Grazie alla presenza di un olio, sono garantite le azioni lubrificanti e frenanti.

Se si desidera che l’apertura presenti una corsa libera, si può optare per una Molla a Gas con attacco foro-foro. Questa non deve prevedere l’utilizzo di perni filettati, può essere applicata mediante rotazioni limitate e con un perfetto allineamento.

Se per la praticità lavorativa il sistema più comodo prevede invece una porta bloccabile a diversi livelli durante l’apertura, l’attacco della Molla a Gas più corretto è quello snodato. Quest’ultimo infatti, permette rotazioni più ampie e non allineate.

Non sarà invece possibile utilizzare questi sistemi quando il macchinario presenta alti livelli di vibrazioni, quando la temperatura supera gli 80 gradi centigradi, al posto degli ammortizzatori, in ambienti particolarmente corrosivi.

apertura-porte-cabina-milper

PORTE SCORREVOLI: la loro realizzazione

Le porte scorrevoli sono l’opzione migliore per le situazioni in cui non c’è abbastanza spazio per una porta battente. Proprio come per le porte a battente, le porte scorrevoli possono essere aperte e chiuse con maniglioni. I materiali sono appositamente selezionati per garantire che forniscano il livello appropriato di Sicurezza e il facile scorrimento delle porte, in modo che il meccanismo sia fluido, veloce il giusto e soprattutto sicuro.

Tuttavia, un tipo o uno stile specifico non va bene per tutti ed è fondamentale scegliere la porta corretta per le esigenze dell’azienda e delle strutture utilizzate. Ecco perché è sempre necessario un preventivo customizzato, redatto da tecnici che vantano pluriennale esperienza nel settore.

Le porte scorrevoli in genere sono allacciate a una guida nella parte superiore, e dotate di una guida nella parte inferiore. Ciò garantisce che la porta si apra e si chiuda sempre senza problemi. La configurazione può essere totalmente personale, si può infatti scegliere una porta pneumatica o elettrica, così com’è possibile decidere se le aperture debbano avvenire verso destra o sinistra.

La porta scorrevole può essere costruita con i Pannelli in RetePolicarbonato o acciaio, per adattarsi al sistema di Protezioni Antinfortunistica scelto per la macchina. Anche nelle porte scorrevoli, possono essere utilizzate delle Molle a Gas o l’utilizzo di contrappesi installati con catene.

Queste sono infatti le scelte migliori nella movimentazione di porte verticali, dato che consentono di attenuare o di azzerare il peso delle porte, permettendo di eseguire le azioni di apertura e di chiusura senza sforzi in maniera veloce, con risparmio di tempo e denaro.

Questi modelli possono anche essere dotati di un interruttore di prossimità, collegato alla staffa multipla per Interruttori di Sicurezza, montati sul lato del battente della porta. Le Molle a Gas e i contrappesi sono opportunamente calcolati in base al peso esatto della porta. A seconda della valutazione del rischio, è necessario scegliere il Dispositivo di Sicurezza più adeguato da collegare, ed integrare a tutti gli altri dispositivi delle macchine industriali.

apertura-porta-scorrevole-Milper-1

Consulenza

PROTEZIONI ANTINFORTUNISTICHE: aperture alternative

Un’apertura alternativa a quella della porta battente e a scorrimento è l’apertura a soffietto, detta anche porta a libro, questa è una porta molto flessibile che occupa poco spazio in posizione aperta, ma crea comunque un ampio spazio di apertura con libero accesso in altezza.

Da preferire nelle situazioni in cui la dimensione della porta richiede un compromesso all’apertura a battente ma si preferisce non far prendere spazio dal binario della tipologia scorrevole. Quando si parla di aperture, non si può dimenticare di considerare gli accessori pneumatici, come Maniglie e Interruttori di Sicurezza.

Mentre le prime devono correlarsi alla posta sia da un punto di vista funzionale, che da un punto di vista estetico, i secondi sono molto importanti come misura di Sicurezza. Infatti, è possibile aggiungere alla Protezione Industriale della macchina un Interruttore di Sicurezza, ossia un meccanismo installato sulla porta della Protezione Antinfortunistica della macchina industriale.

Questo rivelerà un segnale alla macchina se la porta viene aperta e contemporaneamente la fermerà, in modo che non sia in movimento mentre i dipendenti si trovano all’interno dell’area produttiva. A regolamentare i Dispositivi di Interblocco è la Norma Tecnica EN ISO 14119, che fornisce tutti gli standard che devono essere rispetti quando si realizzano Dispositivi di Sicurezza, nonché i requisiti necessari per identificare l’installazione corretta, inoltre, la Norma Tecnica disciplina produzione e installazione.

Sono infatti qui menzionate le quattro tipologie con cui questi apparecchi vengono catalogati: tipo 1, messi in azione da un attuatore a cernieracamma rotante o camma lineare, non codificato; tipo 2 azionati meccanicamente con attuatore codificato, come la chiave con azionatore separato o intrappolatatipo 3 messi in azione senza contatto, con attuatore non codificato, il suo funzionamento è induttivo, ovvero magnetico, capacitivo o ultrasonicotipo 4 anch’esso azionato senza contatto, con attuatore codificato, il suo funzionamento è con magnete codificato.

apertura-porta-soffietto-Milper-2

Porta-a-soffietto-Milper  Porta-apertura-soffietto-chiusura-Milper

RIEPILOGO DELLE PRINCIPALI TIPOLOGIE DI PORTE

Qualunque modello di porta di scelga, bisogna sempre ricordarsi che nei sistemi di Protezione Antinfortunistiche, a farla da padrone è il principio di necessità. Gli elementi da analizzare sono infatti:

  1. La forza di spinta, calcolata in relazione proporzionale alla posizione degli attacchi e al peso della porta.
  2. La corsa, che deve essere in grado di consentire l’escursione massima sia quando di apre che quando si chiude la porta.
  3. L’altezza della Maniglia, che deve essere posizionata in modo ergonomico per l’utilizzatore garantendo una facile e comoda accessibilità.

Per scegliere quindi la porta più adatta alla propria situazione, bisogna vagliare con attenzione lo spazio e l’ambiente in cui il sistema di Sicurezza e Protezione verrà installato. L’apertura tramite la porta a battente richiedono una gran quantità di spazio poiché, oltre all’ingombro del macchinario, bisogna tenere presente lo spazio occupato dalla porta aperta.

Questa non deve infatti ingombrare né il passaggio nella zona circostante, né la fluidità dei movimenti dell’operatore di porte dalle grandi dimensioni. Grazie alla tecnologia delle Molle a Gas, anche le porte scorrevoli sono un’ottima soluzione, soprattutto quando le porte sono grandi e pesanti.

Con questi dispositivi, apertura e chiusura sono agevolate e l’operatore farà molto meno fatica rispetto alle aperture a battente, caratterizzate dalla presenza di una Molla Meccanica. Nel caso di porte scorrevoli verticali, oltre che alle Molle a Gas, anche i dispositivi con contrappesi supportati con catena, sono un’ottima soluzione per ridurre gli ingombri nella fase di apertura e chiusura delle porte.

In tutte e quattro queste tipologie di porta, risulta importante anche la scelta dell’Interblocco di Sicurezza. In funzione alla tipologia di macchinario o di Protezione Industriale ideale, questo Dispositivo di Sicurezza, a prescindere a quale delle quattro tipologie appartenga, funge da estremo garante contro qualsiasi infortunio.

Anche le Maniglie sono dettagli da non sottovalutare quando si scelgono le porte per i Sistemi di Protezione. Queste devono piacere esteticamente, magari la tipologia di design accattivante, ma devono al contempo essere funzionali e rendere più semplice e leggero il lavoro dell’operatore.

Link-guida

 





Iscriviti per rimanere aggiornato

Inviaci la tua mail e ti aggiorneremo in tempo reale su notizie e info utili

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram