Loading...

Le barriere fotoelettriche di sicurezza sono dispositivi elettrosensibili composti da uno o più raggi che emessi da un elemento Emettitore e ricevuti da un elemento Ricevitore, creano un’area immateriale controllata.

Le caratteristiche fondamentali sono:

  • Livello di sicurezza: definisce i principi di autocontrollo e sicurezza presenti nel dispositivo, deve essere scelto in funzione del livello di rischio presente sulla macchina.
  • Altezza protetta: è l’altezza controllata dalla barriera. Se essa è posizionata orizzontalmente tale valore indica la profondità della zona protetta.
  • Portata: è la massima distanza operativa che può esistere tra emettitore e ricevitore.
  • Tempo di risposta: è il tempo che la barriera impiega ad inviare il segnale di allarme, una volta intercettata la zona protetta.
  • Risoluzione: è la dimensione minima che un oggetto deve avere perché questo, attraversando l’area controllata, causi sicuramente l’intervento del dispositivo ed il conseguente arresto del movimento pericoloso della macchina.
  • Funzione di muting integrata: la funzione di muting è l’esclusione temporanea automatica effettuata in condizioni di sicurezza della barriera per consentire il transito di un veicolo o di un pallet ma non di un operatore
  • Funzione di blanking integrato: la funzione di blanking consente ad un oggetto di interrompere, senza che la barriera intervenga, uno o più raggi adiacenti
  • Grado di protezione alla polvere e all’acqua fino a IP69K in contenitore stagno certificato Ecolab Barriere di protezione certificate ATEX per zone a rischio di incendio

Gamma completa Reer, schede tecniche e manuali

Iscriviti per rimanere aggiornato

Inviaci la tua mail e ti aggiorneremo in tempo reale su notizie e info utili

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
YouTube
LinkedIn
Instagram